Google, ‘meraviglie del mondo’ in un click Da Stonehenge ai trulli, tour virtuali su World Wonders

 

Sono infatti decine le perle del nostro Paese accessibili da subito da World Wonders e visitabili grazie all’integrazione del servizio di mappatura fotografica di Google Maps, Street View.

E’ possibile, ad esempio, fare un viaggio virtuale nell’area archeologica di Pompei, ma anche a Castel del Monte, visitare i centri storici di Firenze, Napoli, San Gimignano, Siena, Urbino, Ferrara, Pisa. Le Chiese rupestri della Puglia e della citta’ di Matera, le Cinque Terre, le Citta’ tardo barocche della Val di Noto, la Costiera Amalfitana, i Trulli di Alberobello e Villa Adriana a Tivoli.

Accedendo a World Wonders non solo sara’ possibile esplorare questi luoghi grazie a Street View, ma anche documentarsi sulla loro storia attraverso testi di approfondimento forniti dall’Unesco e sfogliare album fotografici virtuali o modelli 3D, messi a disposizione dai partner del progetto.

World Wonders e’ l’ultima iniziativa del Cultural Institute di Google, che ha gia’ contribuiti a progetti in ambito culturale come la digitalizzazione in alta risoluzione dei Manoscritti del Mar Morto, dell’archivio di Nelson Mandela e la possibilita’ di ammirare online 30 mila opere d’arte in alta risoluzione attraverso il Google Art Project. Foto, video, testi e tour virtuali del progetto sono disponibili all’indirizzo www.google.it/worldwonders.

http://www.ansa.it/web/notizie/canali/energiaeambiente/speciali/2012/05/31/ANSA-GOOGLE-MERAVIGLIE-MONDO-UN-CLICK_6961952.html

Related posts